p. Ermes Ronchi


Ermes Ronchi
, frate dell’Ordine dei Servi di Santa Maria, è nato nel 1947 a Racchiuso di Attimis in Friuli (UD).
Ha compiuto gli studi filosofici e teologici a Roma presso la Pontificia facoltà teologica Marianum; inoltre a Parigi, all'Institut Catholique e alla Sorbona, ha approfondito le scienze religiose e antropologiche cimentandosi in una ricerca sul monachesimo primitivo.
Docente al Marianum, è autore di testi vari.
Collabora con diversi giornali e riviste e cura il commento al Vangelo della domenica per la  trasmissione televisiva “A sua immagine” su Rai Uno.
Dal 5 settembre 2016 risiede nella sua nuova Comunità di Santa Maria del Cengio - Isola Vicentina

Vai all’archivio delle puntate RAI “A sua immagine” di p. Ermes Ronchi

 

____________________________________________________________________________

 


Una delle sue ultime pubblicazioni è L'Ave Maria spiegata ai bambini.

 

L'Ave Maria è senza dubbio la preghiera mariana che si recita più spesso, da soli, nelle case e nelle comunità, la più amata e conosciuta. E le ragioni sono molte. lspirata da Dio nella sua prima parte, nata dalla nostra vita nella seconda parte, ci fa respirare con i due polmoni di ogni preghiera: la lode e la supplica.

La parte della lode, la più antica, proviene direttamente dal vangelo di Luca, dalle parole che Dio ha messo in bocca a un angelo e a una donna: a Gabriele nel giorno dell'annunciazione, quando Maria, stupefatta, accolse Dio in se; e a Elisabetta, nel giorno della visita felice, quando iniziò a danzare il suo Magnificat.
 
La parte biblica dell'Ave Maria offre il riassunto veloce ma vigoroso di tutta la storia della ragazza di Nazaret, di ciò che lei è davanti a Dio (sii felice: sei riempita di grazia, Dio è con te), e davanti all'umanità (benedetta fra le donne, e benedetto il frutto del tuo grembo).
 
La parte della supplica, la seconda, si è formata lentamente lungo i secoli (fu definita in questa forma solo nel 1500), prendendo pensieri di fede antichi (durante il concilio di Efeso, nel 431 d.C., Maria e proclamata madre di Dio), raccogliendo il nostro bisogno di una presenza amica e forte nel cammino di ogni giorno (prega per noi adesso), fino all'ultimo passo (nell'ora della nostra morte), quando passeremo da vita a vita.
L'Ave Maria è quindi una preghiera nata da Dio e dall'uomo, è composta da parole discese dal cielo e da parole salite dalla terra. Che ci prendono per mano e ci accompagnano dentro la storia sacra, la storia di Maria e la nostra, perché tutti siamo chiamati a diventare madri di Dio, un Dio che ha sempre bisogno di venire al mondo, e sta a noi aiutarlo a nascere ancora in questo cuore, in queste case, in queste strade.

Perché il mondo è una immensa Betlemme.
 

Copyright © 2011 Provincia Veneta OSM | VAT00576620249 | Mappa del sito | Privacy Policy | Made by Mindgear